Esiste un’azienda agricola
che produce pasta
in mezzo a un campo di grano.

Mentre pronuncia la parola "famiglia", un riflesso di gratitudine attraversa gli occhi di Massimo: perché l'avventura di Pasta Mancini è un ritorno a casa, un cerchio che si chiude. È il 1938 quando nonno Mariano decide, lungimirante, che deve essere un trattore a muovere le sue trebbie.