Campagna

Buona Pratica Agricola

3/10

La Buona Pratica Agricola è l’insieme di regole che applichiamo per una gestione ecocompatibile e sostenibile delle nostre attività agricole, al fine di produrre una materia prima della più alta qualità e salubrità col minor impatto ambientale possibile e residuo chimico zero.

1/3

Sostenibilità ed Ecocompatibilità

Gli obiettivi della nostra BPA sono:

  • rispettare le risorse naturali (aria, acqua, suolo) attraverso l’ottimizzazione degli interventi agronomici e la razionalizzazione degli input esterni;
  • produrre una materia prima di qualità e il più possibile adeguata al nostro processo di trasformazione;
  • garantire la sicurezza sanitaria del prodotto finale.

L’adempimento di tali obiettivi passa attraverso il continuo monitoraggio delle nostre colture e l’implementazione di azioni di auto controllo lungo il processo produttivo, come frequenti analisi dei terreni, delle piante o dell’azione di agenti patogeni.

2/3

L’avvicendamento delle colture

Avvicendiamo le colture per mantenere e migliorare la fertilità dei terreni e ogni anno alterniamo la semina del nostro grano duro a quella di colture miglioratrici (erba medica, trifoglio, favino, pisello, cece) o di colture da rinnovo (girasole).

3/3

Innovazione

Mappe satellitari di vegetazione

Per il monitoraggio dello stato vegetativo delle colture

GENNAIO
MARZO
MAGGIO

Supporto alle decisioni DSS

Dalle lavorazioni del terreno fino alla raccolta del grano, le nostre decisioni sono assistite da un Sistema di Supporto alle Decisioni (DSS) digitale che ci restituisce dati su ogni operazione colturale mediando le informazioni climatiche, agronomiche e varietali

Avvalersi della Buona Pratica Agricola (BPA) significa avere una visione d’insieme del nostro sistema agricolo, approccio funzionale a raggiungere l’obiettivo della sostenibilità ambientale, economica e sociale.


Precedente

Gestione dei campi

2/10

Successivo

Trebbiatura

4/10